Neuromarketing

Il profumo della casa: l’allestimento olfattivo

fonte: Pexels

Quanto conta l’odore che si sente in una casa? Moltissimo. Ed è per questo che, con questo articolo, parliamo di allestimento olfattivo

L’importanza dell’odore in una casa

L’allestimento olfattivo può avere una sua importanza, nel processo di vendita e affitto di una casa, ma andiamo con ordine. Immaginiamo di dover visitare una casa per affittarla o comprarla. Entriamo e…si sente una puzza infernale! Potrebbe essere di chiuso o di muffa oppure persino di animali morti (succede, eh? Ad esempio negli immobili al piano terra o in quelli di campagna). Ci viene voglia di comprarla quella casa? Probabilmente, a prima impressione, no. Magari ci riflettiamo e pensiamo che tanto quell’odore se ne andrà, tenendo aperto o ristrutturando la casa. Se poi è in affitto? Ci scoraggiamo di più, perché, in un’abitazione che si affitta, c’è poco da fare: i proprietari non hanno gran che voglia di apportare cambiamenti e non solo alla mobilia.

Quanto conta l’odore in una casa?

Tantissimo. Non si può visitare una casa e avvertire, per tutto il tempo della visita, cattivo odore: è controproducente. Si tratta proprio di una questione di percezione, che, da quella olfattiva, passa a quella emotiva. Si deve, quindi, intervenire, ma non solo applicando l’home staging, perché quest’ultimo non basterebbe. Che cosa ci facciamo con una casa ben preparata, ma che, purtroppo, puzza? Un bel niente, questa è la verità. E allora occorre utilizzare quello che possiamo chiamare “allestimento olfattivo”.

Fonte: Pexels

Allestimento olfattivo: di che cosa si tratta?

Si tratta di un passaggio successivo all’intervento di home staging oppure potrebbe essere qualcosa di separato, ma è meglio abbinarlo all’home staging, in quanto rientra comunque in una forma di marketing. Inserire dei bastoncini profumati o dei legnetti in alcune stanze oppure inserire un profumatore elettronico che dispensa profumo è parte di una strategia che attira il visitatore. Ovviamente, occorre optare per profumazioni neutre e non troppo forti, altrimenti anche quelle verranno percepite come “puzza”.

Allestire puntando sull’olfatto crea una sorta di accompagnamento all’interno di una casa e le emozioni positive si accendono.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.